Onirico e confusione

Silenziosamente, attraverso il sentiero impervio. Mentre la pioggia mi raffredda le ossa sotto gli abiti fradici. Solo e attento a tutto quello che è intorno a me. Non so se sia realtà o sogno. Ma, sono qui impaurito da questo posto sperduto tra gli alberi maestosi e i cespugli rigogliosi. Trattengo il fiato dopo averContinua a leggere “Onirico e confusione”

INIZIANDO A VIVERE

Quando hai buona intelligenza (a detta di altri), ma un handicap congenito la tua vita può essere praticamente sempre in salita. Cercherai (se sei attento e fortunato) un modo per migliorarti sempre. Ma sarà sempre molto, molto difficile. Passerai dallo scherno altrui a veri momenti in cui la terra sotto sembra che si sgretoli lasciandotiContinua a leggere “INIZIANDO A VIVERE”

Cercando le parole giuste

Per riuscire a tirare fuori ciò che si ha dentro, un’idea, un problema, quello che si vuole dire in quel momento, si ha bisogno di essere presenti e un po’ sfacciati. Non è da tutti. Per me, ad esempio, non lo era mai stato fino a non molto tempo fa, e ancor oggi faccio fatica.Continua a leggere “Cercando le parole giuste”

Per poco… (Romanzando)

” …Distante da lui un paio di metri. E intanto gli si avvicinava sempre più. Fortunatamente, barcollava per il troppo alcol in corpo. Quindi lo spinse e riuscì ad evitare che l’uomo lo colpisse con la bottiglia rotta. Intanto, arrivò la polizia e quell’uomo venne arrestato. Davvero un grande spavento!..” Giuseppe Bustone

Chi la fa l’aspetti (Romanzando)

“…Tra l’altro dimenticate. E, riusciva a stento a riconoscere che aveva esagerato. Tremava, lì davanti al corpo del giovane che qualche minuto prima aveva abusato di lei. Scoppiò in lacrime mentre chiamava la polizia e l’ambulanza. Fine di un ‘rapporto sbagliato’ e… a senso unico…” Giuseppe Bustone

Come nulla fosse stato (Romanzando)

“…Entrò e lasciò il soprabito sulla sedia accanto al tavolo nella spaziosa sala. Ingurgitò un grosso bicchier d’acqua e si sedette, anzi, si lascio cadere sulla sedia. Poco dopo arrivò Roger che le si sedette accanto. Aveva il volto tracciato dai segni della colluttazione. Attesero alcuni minuti. Poi chiamarono la polizia. Ermann era morto eContinua a leggere “Come nulla fosse stato (Romanzando)”

Bastano dieci minuti al giorno

Bastano dieci minuti al giorno e fa davvero bene, meditare. Provate e vedrete. Aumenta la consapevolezza, la pace mentale. Si riduce quindi lo stress. Si percepisce l’Unità nella Totalità. Fa bene al corpo, alla mente e allo spirito. Insomma vi è solo da guadagnarci e, al contrario di quanto si pensi, meditare è facile. GiuseppeContinua a leggere “Bastano dieci minuti al giorno”

Allora

italiano in pratica

autismocomehofatto

L'autismo non è una tragedia. L'ignoranza è la tragedia!

Sons Of New Sins

Parole libere. In armonia con il suono del silenzio.

CartaCuorePenna

Ciò che scrivi con il cuore non sarà mai sbagliato!

Mădălina lu' Cafanu

stay calm within the chaos

CRESCENDO

Cosicché io raggiunga la meta, finalmente

il giardino dei poeti

la poesia è la fioritura del pensiero - il miosotide non fa ombra alla rosa, ciascuno la sua bellezza

Modello Curriculum

Il Curriculum Vitae: Modello

Audioletture's Blog

Reading Listening

Le Tane dei Libri

Librerie, biblioteche e simili

The Password

Il giornale degli studenti di UniTo

media & scuola

i media digitali e l'educazione

Italofonia

associazione per la lingua italiana

Mia Nonna Fuma

Il blog letterario di Alessandro Raschellà